Alcune buone norme da seguire dopo un trattamento o una chirurgia

Se hai da poco visitato il dentista per un trattamento più impegnativo della classica igiene orale, sarai curiosi di conoscere le problematiche che puoi incontrare durante il periodo di guarigione. Ci sono alcuni dettagli a cui prestare attenzione, per riuscire autonomamente a verificare se si tratta di una normale fase post intervento oppure se è necessario chiamare il dentista.

Infezioni e sanguinamento

Il dolore è quasi sempre normale, del resto abbiamo appena eseguito un trattamento impegnativo! Quello che non è normale è un dolore persistente, che cresce invece che diminuire con il passare dei giorni tanto da diventare insopportabile. Molte persone non chiamano per paura di disturbare o di essere considerate esagerate, pensando sia normare sopportare all’infinito un dolore importante. Certamente, non bisogna spaventarsi (a proposito, mai cercare i sintomi su Google!) ed è importante pazientare un pochino, almeno un paio di giorni dopo l’intervento effettuato. Tuttavia in caso di evidente peggioramento, una chiamata al dentista non fa male!

Lo stesso si può dire del sanguinamento, se leggere tracce di sangue sono normali conseguenze della procedura, un sanguinamento che dura a lungo o diventa abbondante, è un segnale da non sottovalutare specialmente se sono stati messi dei punti.

Fastidi che continuano nel tempo

Un po’ di fastidio residuo può essere normale, il dentista può prescrivere eventuali antidolorifici che tengano sotto controllo la sensazione dolorosa. Attenzione però, non esagerare con i medicinali, prendi solo quelli prescritti dal medico e se il dolore diventa incontrollabile o continua dopo mesi e mesi, un controllo è d’obbligo.

Segui le prescrizioni del medico

Se il dentista prescrive un antibiotico, è davvero importante prenderlo per evitare infezioni, ma soprattutto finire il trattamento. Non terminare la prescrizione di un antibiotico è pericoloso non solo per il nostro corpo che diventa di nuovo esposto a infezioni, ma anche per la salute generale dato che causano l’insorgere di resistenze al farmaco.

Attenzione a non fare sforzi eccessivi nelle 48 ore successive al trattamento o chirurgia, il rischio di aprire le ferite aumenta in questo lasso di tempo. Un po’ di riposo non fa mai male!

Se ti viene consigliato di non spazzolare i denti perché la bocca risulta più sensibile del normale, NON farlo anche se ti sembra un’esagerazione e ti senti in grado di farlo. La stessa regola vale per il tipo di collutorio da usare o non usare, o le medicazioni. Segui le istruzioni del dentista e tutto andrà per il meglio!

Altri consigli

Molto probabilmente con certe procedure ci sarà un po’ di gonfiore, anche l’estrazione di un semplice dente del giudizio può far gonfiare il volto. Usa il ghiaccio per 15-20 minuti, poi rimuovilo per altri 10. Se il gonfiore persiste per più di 3 giorni, potrebbe essere necessario chiamare il dentista – nel frattempo attenzione a quello che mangi!

Cibi morbidi, yogurt, purea di patate sono l’ideale per la guarigione, mentre evitiamo cibi caldi, piccanti, duri o che irritino la bocca.

Pubblicato in Consigli, Novità