Una Pasqua senza carie

La Pasqua è un momento di gioia da passare in famiglia, soprattutto quando ci sono bambini più piccoli, che possono godere delle uova da scartare, dei giochi e dei dolcetti.

Al di là del significato religioso, la Pasqua è diventata un business per i produttori di dolciumi ed è facile imbattersi durante tutto il periodo che la precede, anche in prodotti di scarsa qualità.

Purtroppo una volta che i più piccoli li hanno assaggiati, non serve a niente ribadire come certi dolcetti siano dedicati solamente alle occasioni speciali, infatti il gusto si modifica immediatamente e diventa facile cercare gli stessi sapori anche nei mesi successivi, abitudini che poi rimangono nel tempo, anche da adulti.

Questo non significa che sia necessario negare i dolci, ma è sicuramente importante prendere alcune precauzioni e saper scegliere quali consumare.

dolci-pasquali-peggiori

Per minimizzare i danni e prevenire le carie, lo abbiamo già scritto diverse volte, basterà:

  • bere molta acqua, che neutralizza l’acido
  • non mangiarli continuativamente, magari per settimane o giorni
  • aspettare almeno 30 minuti per lavare i denti

I dolci peggiori da mangiare a Pasqua sono: 

  • Caramelle appiccicose: più il dolcetto è appiccicoso, più danno crea (inclusa la frutta essiccata)
  • I prodotti che richiedono molto tempo per essere consumati (es. leccalecca, coniglietti di cioccolato da mangiare un po’ per volta ecc…)
  • Tutto ciò che è gommoso: le caramelle gommose sono le più acide in assoluto, e l’acido è ciò che danneggia il dente.
dolci_pasquali_dentista_bologna

I peggiori dolcetti pasquali

I dolci migliori da mangiare a Pasqua sono: 

  • Cioccolato fondente sopra il 75% – non è vero che i bambini non amano questo tipo di cioccolata, basta abituarli da subito al gusto in modo che imparino a riconoscere la qualità di questo prodotto. La cioccolata fondente rinforza lo smalto ed é ancora meglio del fluoro! 
  • Barrette di cioccolato che contengono nocciole croccanti 
  • Dolci fatti in casa con un basso contenuto di zucchero, magari sostituito da valide alternative come zucchero di canna integrale, zucchero di cocco, frutta.

Per convincere i più piccoli a consumare i dolci giusti per Pasqua, si può spiegare loro che le carie sono causate dai batteri che “fanno i bisognini sui tuoi denti” : quando mangi, anche loro mangiano. Questi batteri amano zuccheri semplici, cracker, pretzels, dolci appiccicosi, tutto ciò che di solito si trova in un colorato pacchetto al supermercato! Quando i batteri festeggiano troppo, espellono acido come materiale di scarto, quello che poi causa la carie e rovina lo smalto.  La causa numero uno della carie non sono comunque caramelle e cioccolato, ma i cracker salati.

Meglio quindi un uovo di cioccolato fondente in più per Pasqua e un pacchettino di cracker in meno per merenda durante l’anno!

Pubblicato in Blog, Consigli